L'ottemperanza alle normative
è la nostra priorità

Normative per la sicurezza degli  impianti elevatori

La norma EN 81-20 stabilisce quali siano i requisiti di sicurezza necessari per la costruzione e l'installazione degli ascensori, mentre la EN 81-50 definisce nello specifico le procedure di calcolo, i controlli e i test riguardanti le componenti degli impianti elevatori stessi.

Entrambe le norme sono entrate definitivamente in vigore il 31 agosto 2017 e si applicano sia agli ascensori per persone che agli impianti per persone e merci; oltre che della sicurezza dei passeggeri, esse si occupano in modo organico anche della sicurezza e della salute dei lavoratori che interagiscono con questi sistemi di trasporto verticale, come manutentori e ispettori.

In linea con quanto sancito dalla Direttiva Ascensori (2014/33/UE), vi è l’obbligatorietà di dotare ogni ascensore di un dispositivo di allarme in cabina che permette ad ogni passeggero di comunicare la necessità di richiedere aiuto e di mantenere un collegamento con un servizio di soccorso.

Ogni sistema di telesoccorso ascensore deve essere assolutamente conforme alle normative EN 81-20 e EN 81-28.

E’ importante sapere che In Italia, la norma EN 81-28 è interamente applicabile agli ascensori installati solo dopo l’entrata in vigore del DPR 162/99, dove già era menzionato il dovere di installare un sistema di emergenza che consenta la comunicazione tra l’intrappolato e il soccorso

paura-ascensore-1024x683.jpg

Come sancito dalla normativa vigente, all’interno della cabina dell’ascensore devono presenti dei segnali luminosi che indichino il corretto invio della richiesta di soccorso all’esterno.

Per questo, è obbligatorio eseguire controlli regolari con cadenza di max 72 ore al fine di verificare correttamente che il sistema di telesoccorso dell’ascensore sia perfettamente funzionante